Rivarossi modellismo ferroviario

Fondata nel 1945 dall'ingegner Alessandro Rossi, che rileva una fabbrica di commutatori elettrici di cui era già comproprietario Antonio Riva (uscito dalla società nel 1946). Gli inizi sono in un capannone di Albese (Como) ma già nel 1947 viene inaugurato lo stabilimento di Sagnino di Como, che sarà la sede definitiva fino al 2000.

In Europa contribuisce decisamente al passaggio dal treno giocattolo al 'modello', con maggiore attenzione alla riproduzione fedele e in scala dei treni. Ciò grazie anche alla fondazione del Morop (1954) di cui Alessandro Rossi era consulente tecnico. Fino ad allora le marche europee Märklin, Trix, e Meccano producevano principalmente treni giocattolo, in latta e fusione di metallo. La scala faceva approssimativamente riferimento alla 00 inglese (1:76) ma senza ricercare la riduzione esatta. Rivarossi adotta fin dall'inizio lo scartamento H0, in uso in America e già definito da norme tecniche (NMRA). Però mentre per i rotabili destinati al mercato USA adotta anche la riduzione corretta H0 (1:87), per i rotabili italiani mantiene fino al 1985 una scala di riduzione ibrida di circa 1:80 (con scartamento in 1:87).

Nel 1946 viene presentato il primo modello, l'automotrice elettrica E2002 delle Ferrovie Nord Milano e nello stesso anno la ditta espone alla Fiera Campionaria di Milano, la prima del dopoguerra.

Nel 1954 esce il modello della Locomotiva Gruppo 835 delle Ferrovie dello Stato, una locomotiva da manovra allora diffusissima e molto nota. Il modello, molto ben realizzato per le medie del tempo, segna l'inizio del successo per la ditta lariana. Nel 1957 realizza un'importante fornitura di materiale rotabile in scala H0 per l'americana Lionel, una delle prime e più importanti ditte del settore e allora la più grande industria di giocattoli al mondo. Lionel produceva solo in scale 0 e per entrare rapidamente nel mercato della H0 si affidò alla produzione Rivarossi.

Dopo avere acquisito la quota di uno dei fondatori della Pocher, Corrado Muratore, nel 1963, alla fine degli anni sessanta la Rivarossi affianca alla produzione di treni elettrici nella H0 quelle nelle scale 0 (zero 1:45) -fino al 1988- e nella N (1:160), iniziata nel 1968 in collaborazione con l'americana ATLAS e proseguita autonomamente fino al 1993, poi assieme alla Lima e dal 1996 con anche l'Arnold.

Come altre aziende del settore, tra il 1954 e il 1967 pubblicò una rivista bimestrale, HO Rivarossi, dedicata alla promozione del modellismo ferroviario e alla divulgazione della storia e della tecnologia delle ferrovie reali. Tra i suoi collaboratori va citato l'ingegner Bruno Bonazzelli (che si firmava Zeta-Zeta), ispettore del Servizio Impianti elettrici e segnalamento delle FS, promotore del Museo ferroviario di Roma (inaugurato nel 1954) e poi, con altri, della Sezione ferroviaria del Museo nazionale della scienza e della tecnologia 'Leonardo da Vinci' e del Museo nazionale ferroviario di Pietrarsa. Negli ultimi tre anni la rivista fu inserita, come supplemento interno, nella rivista Italmodel ferrovie del pioniere del modellismo ferroviario italiano Italo Briano.

Per quasi 60 anni produce modelli ad altissimo livello, con una forte e radicata presenza su tutti i principali mercati mondiali. Verso il 1970 aveva circa 300 dipendenti oltre a circa 600 collaboratori esterni.

Nel 1984 Alessandro Rossi lascia le cariche sociali e subentra una nuova gestione (Rivarossi Nuova Gestione). Nel 1990 cambia nuovamente l'assetto societario ed inizia una fase di acquisizioni di ditte concorrenti. Nel 1992 viene acquisita la Lima, a cui seguono la tedesca Arnold e la francese Jouef. Nel 2000 si ha un nuovo assetto societario: con una curiosa alchimia finanziaria viene creata la Lima SpA con sede a Brescia e la Rivarossi diventa ora una divisione della ditta che otto anni prima aveva acquisito. Chiude lo storico stabilimento di Como (in località Sagnino), come quelli di Champagnole (Jouef) e Muhlhausen (Arnold) e la produzione viene spostata nello stabilimento Lima a Isola Vicentina. Nel settembre 2004, dopo alcuni anni di vicissitudini gestionali e finanziarie, il gruppo cessa le attività e viene successivamente acquisito per 8.000.000 di euro dall'inglese Hornby (altra storica marca del settore), che continua a produrre col marchio Rivarossi, ma in Cina. Il comunicato di Hornby relativo all'acquisizione del Gruppo Lima comprendente i marchi Rivarossi, Lima, Jouef, Arnold, Pocher è del 16 dicembre 2004.

La sede di Como ospitava una vastissima raccolta di modelli costruiti dalle principali ditte del settore italiane e straniere. Dopo la chiusura dello stabilimento è stata trasferita prima a Vicenza e poi presso la sede della Hornby nel Regno Unito in attesa di essere riordinata ed esposta.

Da interviste al personale pubblicate dalla stampa specializzata e d'informazione si sa che gli archivi interni sarebbero stati, almeno in parte, distrutti.

Nei mesi di aprile e maggio 2008 lo storico stabilimento di Sagnino, in via Pio XI (già via Conciliazione), viene demolito per fare spazio a nuovi edifici che ospiteranno abitazioni e spazi commerciali. Costruito nel 1947 dall'Impresa Mario Faverio di Como con carpenteria metallica realizzata dalla Antonio Badoni di Lecco, la struttura era in disuso dall'anno 2000.

Sito web in italiano: hornbyinternational.com

Questions, comments, or sweet memories?
Share on this Rivarossi forum!

(will not be displayed)
For sale on eBay Italia. To change country, click on flag:
Change selection: <---
amazon
Rivarossi HR4153 Set composto da una
Rivarossi HR4153 Set composto da unaEUR 107,28
show  ►
Rivarossi HR2242 Locomotiva elettrica
Rivarossi HR2242 Locomotiva elettricaEUR 240,27
show  ►
ebay logo New to eBay? Join here, it's free!
Centralina multimause roco rivarossi acme
centralina multimause roco2 bid(s)ends in 33 min.EUR 80,00
show  ►
RIVAROSSI Telaio motore E424 R1490
rivarossi telaio motore e424EUR 55,00
show  ►
Rivarossi RT600008 Carrozza eurofima fs 2
rivarossi rt600008 carrozza15 bid(s)ends in 1hEUR 15,50
show  ►
Rivarossi locomotore E 321 112 E 322 112 art
rivarossi locomotore e 321 112ends in 3hEUR 100,00
show  ►
RIVAROSSI CARRO PIANALE PENNSYLVANIA C FLAT
rivarossi carro pianale1 bid(s)ends in 3hEUR 14,00
show  ►
BLOCCO LIMA RIVAROSSI
blocco lima rivarossi1 bid(s)ends in 4hEUR 19,90
show  ►
RIVAROSSI Cassa E652 073 HR2075
rivarossi cassa e652 073EUR 60,00
show  ►
Locomotiva rivarossi mayer
locomotiva rivarossi mayerends in 5hEUR 75,00
show  ►
Lima collection ETR 480 eurostar F S art
lima collection etr 4808 bid(s)ends in 5hEUR 155,51
show  ►
CONTI CO MO GE DUE LOCOMOTIVE INCOMPLETE DA
conti co mo ge due locomotiveends in 5hEUR 160,00
show  ►
RIVAROSSI HR 6028 Carro cisterna
rivarossi hr 6028 carroends in 5hEUR 15,00
show  ►
RIVAROSSI HR 2037 Coppia Automotrici Aln 556
rivarossi hr 2037 coppiaEUR 199,00
show  ►
RIVAROSSI E 428 162 III serie
rivarossi e 428 162 iii serie32 bid(s)ends in 6hEUR 164,00
show  ►
RIVAROSSI HR2011 LOCOMOTIVA E 402 A O17 FS
rivarossi hr2011 locomotiva eends in 6hEUR 90,00
show  ►
RIVAROSSI 1434 LOCOMOTIVA E 402 B 161 FS
rivarossi 1434 locomotiva e1 bid(s)ends in 6hEUR 90,00
show  ►
Conti Co Mo Ge Art 424 Rara scatola
conti co mo ge art 424 rara2 bid(s)ends in 6hEUR 51,00
show  ►
RIVAROSSI Telaio motore E632 633 652
rivarossi telaio motore e632EUR 60,00
show  ►
RIVAROSSI 626 FS ROTTAMI scala H0
rivarossi 626 fs rottami scala4 bid(s)ends in 6hEUR 40,50
show  ►
Conti Co Mo Ge Art 59 semaforo a disco come
conti co mo ge art 59 semaforo2 bid(s)ends in 6hEUR 29,50
show  ►
Conti Co Mo Ge Art 74 semaforo ad ala come
conti co mo ge art 74 semaforo1 bid(s)ends in 6hEUR 39,00
show  ►
Conti Co Mo Ge Art 541 Scatola vuota per
conti co mo ge art 541 scatolaends in 7hEUR 14,95
show  ►
Rivarossi HR2191 FS E 432 033 Trifase ep IV
rivarossi hr2191 fs e 432 033EUR 109,00
show  ►
Conti Co Mo Ge Art inc 15 scatola con 6
conti co mo ge art inc 15ends in 7hEUR 14,90
show  ►
Conti Co Mo Ge Lotto binari con scatole
conti co mo ge lotto binari1 bid(s)ends in 7hEUR 9,90
show  ►