...è un'azienda di Torino specializzata nel modellismo ferroviario e automobilistico di qualità. Arnaldo Pocher nasce a Trento il 22 Settembre 1911, qui passa l'infanzia e la prima giovinezza, conclude la sua carriera scolastica frequentando l'istituto tecnico per orafi incisori ed inizia l'attività lavorativa presso alcuni laboratori di oreficeria. Nel 1932 si trasferisce a Torino per svolgere l'attività di incisore. Nei primi anni del dopoguerra si avvicina al modellismo ferroviario e nel 1948/49 inizia la sua produzione realizzando alcuni accessori per un negozio torinese, cui seguono, nel 1950/51, segnali e binari. L'azienda fu fondata nel 1952 a Torino da Arnaldo Pocher e Corrado Muratore con la ragione sociale Pocher Micromeccanica snc e fu una delle prime imprese italiane di modellismo di alta gamma. Arnaldo Pocher, che possedeva un'importante esperienza di scuola orafa, in precedenza realizzava già a livello artigianale modelli di accessori ferroviari: semafori, binari, scambi. I primi esemplari di materiale rotabile furono riproduzioni di vagoni merci in ottone in scala H0 che vennero realizzati a partire dal 1954, utilizzando sempre criteri di tipo artigianale, con lavorazione completamente a mano e in serie limitatissime (10-15 esemplari).

Nel 1956 iniziò la realizzazione dei primi modelli di carrozze passeggeri complete di arredamento interno, sempre in scala H0, dettagliatissime per i materiali e le tecnologie dell'epoca. In particolare venne riprodotta la cosiddetta Carrozza dell'Armistizio, ossia il vagone in cui venne firmato l'armistizio che pose fine alla Prima guerra mondiale.

Nel 1958 venne prodotto il primo catalogo a colori che, oltre a carri merci, carrozze, tralicci e accessori, presentava anche il primo modello di locomotiva prodotto da Pocher, la riproduzione del locomotore elettrico francese CC7107 Mistral detentore del record mondiale di velocità su rotaia. Questo modello, che presentava caratteristiche tecnicamente allora molto avanzate (motore a frizione, ventola di raffreddamento) e che non sarebbero state più utilizzate in seguito, sarebbe stato commercializzato solo nel 1962, a un prezzo molto elevato per l'epoca (28.000 Lire, pari a due terzi dello stipendio mensile di un operaio).

Il secondo modello di locomotiva prodotto da Pocher fu un'altra riproduzione storica, prodotta in serie limitata e numerata, ossia un modello tutto in metallo della locomotiva Bayard che entrò in servizio nel 1839 sulla prima linea ferroviaria costruita in Italia, la Napoli-Portici.

Wikipedia: Pocher

Valore Pocher

Di seguito sono elencate alcune oggetti venduti:

Foto Titolo Data Venduto per
Price guide temporarily unavailable... Sorry for the inconvenience. - 18 Aug. 2019

Pocher forum


: *
*


Commenti (0)